Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- Europa: quali politiche energetiche?

- World Energy Outlook 2014 (IEA)

- Come sarà il deposito di scorie italiano

- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese


Le centrali nucleari di carloalessi




EnerBlog

News



MONDO - Ricerca



30-03-2010

Arriva la centrale nucleare portatile



Arriva la centrale nucleare portatile

Le centrali nucleari del futuro potranno essere mobili: un progetto di ricerca per questi reattori è al vaglio di Russia e Bielorussia. Lo ha annunciato Viacheslav Kuvshinov, capo del Belarusian Joint Institute for Power and Nuclear Research, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa russa Ria Novosti.

All'epoca dell'Unione Sovietica era stato sviluppato in Bielorussia un progetto di questo tipo, per un reattore sperimentale chiamato Pamir, poi abbandonato. Ora la Russia ci sta pensando di nuovo: «Su proposta russa, stiamo valutando la possibilità di tornare a lavorare alla costruzione di una centrale nucleare portatile», ha affermato Kuvshinov.

Secondo Kuvshinov «la Bielorussia praticamente non ne ha bisogno, mentre la Russia ne vorrebbe costruire circa 70». La collaborazione bielorussa servirebbe dunque alla Russia per sfruttare le conoscenze acquisite durante il lavoro al progetto Pamir.

«Siamo fiduciosi che almeno i primi passi per l'implementazione del progetto saranno finanziati da fondi statali dei due Paesi», ha concluso Kuvshinov.



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su