Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- World Energy Outlook 2012 (IEA)

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese


Obama's Nuclear di Energy-mix




EnerBlog

News



MONDO - Ambiente e salute



07-04-2010

Il nucleare in Australia? Sì, per il bene della barriera corallina



Il nucleare in Australia? Sì, per il bene della barriera corallina

A volte il dibattito sull'energia nucleare viene sollevato da eventi che con il nucleare non hanno niente a che vedere. È il caso dell'Australia, dove il 3 aprile la petroliera Shen Neng 1 si è incagliata al largo della costa orientale.

Le due tonnellate di petrolio fuoriuscite, e soprattutto le 900 ancora nella nave, minacciano un disastro ambientale in uno degli ecosistemi più preziosi e delicati al mondo: la Grande Barriera Corallina.

L'evento ha fatto riflettere il Paese sull'eventualità di ridurre le proprie importazioni di petrolio. Il 7 aprile Ziggy Switkowski, presidente dell'Australian Nuclear Science and Technology Organisation (ANSTO), ha spiegato nel corso di un dibattito che con l'energia nucleare il rischio di queste catastrofi sarebbe notevolmente ridotto, grazie ai protocolli affidabili sul trasporto dei materiali nucleari: «In 55 anni di storia dell'industria nucleare non è mai stato segnalato un incidente durante il trasporto di materiale radioattivo».

Switkowski si è augurato perciò che l'Australia decida di entrare nel nucleare, aggiungendo che i problemi non sono tecnici, ma sociali, legati alla diffidenza di una parte dell'opinione pubblica.



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su