Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (gennaio 2013)

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- World Energy Outlook 2012 (IEA)

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese


Pandora's Promise (il trailer del film) di Robert Stone (regista)




EnerBlog

News



ITALIA - Formazione/comunicazione



14-02-2011

Imprese e università insieme: basta con la fuga dei cervelli



Imprese e università insieme: basta con la fuga dei cervelli

In vista della prossima tornata di centrali nucleari in Italia, il mondo accademico e quello industriale si devono alleare per recuperare il tempo perduto, e fermare la "fuga dei cervelli" italiani all'estero: un fenomeno particolarmente spiccato nel settore dell'ingegneria nucleare.

In questa ottica si è tenuto a Bologna l'11 febbraio il convegno "L'energia nucleare accende la ricerca": il quinto appuntamento del roadshow organizzato da Enel e Edf per diffondere l'attualità dell'energia nucleare e le problematiche della situazione italiana, dopo quelli tenuti a Genova, Palermo, Torino e Pisa alla fine del 2010.

L'iniziativa, rivolta principalmente agli studenti di ingegneria e delle facoltà scientifiche, ha come obiettivo diffondere le conoscenze sull'energia nucleare, sensibilizzare gli studenti universitari sulle grandi opportunità di lavoro che offre e metterli in contatto con il mondo dell'industria: per i giovani è un'opportunità per intraprendere un percorso formativo con maggiore consapevolezza, per le aziende è una strategia essenziale per convogliare risorse mentali e intellettuali impedendo che vadano disperse o finiscano all'estero.

In qualità di relatori si sono alternati docenti dell'Università e rappresentanti delle imprese, e in particolare dell'Enel, la società in prima linea per le nuove centrali italiane.

Nel corso della giornata è emersa la necessità di diffondere l'informazione a tutti: «Secondo i nostri sondaggi i cittadini italiani vogliono saperne di più sul nucleare. Circa l'80% sostiene di non essere sufficientemente informato e desidera un maggiore approfondimento sul tema», ha affermato Paolo Iammatteo, responsabile comunicazione istituzionale e stakeholders dell'Enel.



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:

(max 2000 caratteri)

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su