Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- World Energy Outlook 2012 (IEA)

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese


Pandora's Promise (il trailer del film) di Robert Stone (regista)




EnerBlog

News



MONDO - Ricerca



18-02-2011

Supercomputer giapponese per valutare la resistenza ai terremoti



Supercomputer giapponese per valutare la resistenza ai terremoti

Il Giappone ha deciso di sviluppare un nuovo programma per supercomputer da destinare alle simulazioni sismiche degli impianti nucleari.

Per questo hanno deciso di unire le forze l'Agenzia atomica giapponese, l'Università di Tokyo e i grandi colossi industriali giapponesi coinvolti nel settore nucleare: Hitachi, Mitsubishi, Toshiba, Tokyo Electric Power e Takenaka.

Una tecnica convenzionale per valutare la resistenza ai terremoti è costruire un modello in miniatura della centrale e sottoporlo a una simulazione di terremoto. Il nuovo modello permetterà invece di prevedere minuziosamente la resistenza sia dell'edificio, sia delle singole componenti.

Il Giappone è da un lato una delle zone a più alto rischio sismico del mondo, dall'altro uno dei Paesi più sviluppati dal punto di vista industriale e in particolare per quanto riguarda l'energia nucleare: con 54 reattori in attività è al terzo posto nel mondo dopo Stati Uniti e Francia. Inoltre è l'unico Paese in cui sono già attivi reattori di terza generazione: il primo è entrato in funzione nel 1996, seguito da altri 3 fra il 1997 e il 2006.

Nel 2007 un terremoto di grado 6,6 sulla scala Richter aveva colpito la zona di Niigata, danneggiando la centrale di Kashiwazaki-Kariwa: anche se i reattori in funzione al momento del terremoto si erano spenti automaticamente grazie ai sistemi di sicurezza, l'attività della centrale è stata completamente sospesa per quasi 2 anni per precauzione.

La nuova tecnologia giapponese ha già suscitato l'interesse di altri Paesi asiatici soggetti a violenti terremoti: Corea, Vietnam e Indonesia.

Paolo Gangemi



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su