Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- World Energy Outlook 2012 (IEA)

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese


Le centrali nucleari di carloalessi




EnerBlog

News



MONDO - Sicurezza



24-03-2011

Fukushima: lo stato dell’arte



Fukushima: lo stato dell’arte

Continuano nella centrale di Fukushima Daiichi (Fukushima 1) le operazioni nei reattori danneggiati dal terremoto dell'11 marzo. Il 24 marzo è tornata la corrente elettrica anche nella sala di controllo del primo reattore, oltre che del terzo. I cavi sono pronti nei primi 4 reattori, quelli più danneggiati, ma ancora non è stata attivata la corrente.

Durante le operazioni nel terzo reattore, tre tecnici sono stati esposti a radiazioni di livello compreso fra  170 e 180 millisievert all'ora. Due dei tecnici, risultati contaminati, sono stati ricoverati in ospedale. Sono in corso le analisi per verificare l'esposizione alle radiazioni dei due tecnici che erano rimasti feriti il 23 marzo.

Il 23 marzo erano state rilevate tracce di iodio 131 in un impianto di depurazione dell'acqua potabile a Tokyo, con livelli di radioattività al di sopra di quelli previsti dalla legge giapponese per i neonati, ma inferiori a quelli per gli adulti. Di conseguenza, come misura precauzionale, la autorità di Tokyo avevano raccomandato di non somministrare acqua potabile ai bambini piccoli, specificando che comunque i livelli di radioattività non erano pericolosi se l'acqua viene assunta per brevi periodi di tempo. La misura cautelativa è stata comunque revocata il 24 marzo, in seguito alle analisi che hanno evidenziato livelli più bassi, senza pericoli per la salute. Sono tornati sotto i limiti di legge anche i livelli di radioattività nell'acqua del mare.

Nel frattempo la Tokyo Electric Power Company (Tepco), che gestisce la centrale di Fukushima, ha fatto sapere di aver ricalcolato le misure dello tsunami che l'11 marzo aveva messo fuori uso i sistemi di emergenza della centrale poco dopo che era stata colpita dal terremoto: in base ai nuovi calcoli, l'onda era alta 14 metri, mentre la centrale era preparata a resistere a un'onda fino a 6 metri.



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su