Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- World Energy Outlook 2012 (IEA)

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese






EnerBlog

News



MONDO - Uranio e combustibile



10-05-2011

Aumenta la produzione mondiale di uranio



Aumenta la produzione mondiale di uranio

La produzione mondiale di uranio nel 2010 è aumentata del 6% rispetto all'anno precedente. Lo riferisce la World Nuclear Association, secondo cui il totale è passato da 50.772 a 53.663 tonnellate.

Il Kazakistan si conferma il più grande produttore, consolidando il primato conquistato nel 2009: con un aumento del 27% è passato da 14.020 a 17.803 tonnellate, pari a un terzo della produzione mondiale. La crescita non accenna a rallentare, anzi: la società statale kazaka KazAtomProm ha reso noto con un comunicato che la produzione nei primi 3 mesi del 2011 è stata di 777,4 tonnellate, il 7,3% in più rispetto al valore programmato e il 24% in più rispetto allo stesso periodo del 2010.

In calo invece la produzione di Canada e Australia, che comunque mantengono rispettivamente la seconda e la terza posizione: scende da 10.173 a 9783 tonnellate il dato canadese (-4%), da 7982 a 5900 tonnellate quello australiano (-26%). Al quarto e al quinto posto due Stati africani: la Namibia con 4496 tonnellate e il Niger con 4198. L'Australia è invece al primo posto per quanto riguarda le riserve stimate: con 1.2430.000 tonnellate detiene il 23& delle risorse mondiali, seguita da Kazakistan e Russia.

La miniera più grande resta quella canadese di McArthur River, che da sola ha fornito il 14% di tutto l'uranio estratto nel mondo nel 2010: 7654 tonnellate. Le prime 10 miniere, situate in Canada, Australia, Kazakistan, Russia, Namibia e Niger, totalizzano il 55% della produzione globale.

Fra le società minerarie la canadese Cameco ha riconquistato nel 2010 il primato mondiale: aumentando la produzione da 8000 a 8758 tonnellate ha superato la francese Areva, che è scesa da 8623 a 8319 tonnellate. Al terzo posto si è classificata la KazAtomProm con 8116 tonnellate.

Paolo Gangemi



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su