Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- World Energy Outlook 2014 (IEA)

- Come sarà il deposito di scorie italiano

- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese






EnerBlog

News



MONDO - Industria/economia



05-07-2010

Un affare da 600 miliardi nei prossimi 20 anni



Un affare da 600 miliardi nei prossimi 20 anni

Il giro d'affari dell'energia nucleare in tutto il mondo arriverà nei prossimi 20 anni alla cifra di 600 miliardi di euro. Lo ha affermato Alberto Ribolla, presidente di Energy Cluster e Coordinatore del Club dei 15 di Confindustria, nel corso del seminario "Nucleare: qualifica delle imprese", organizzato il 2 luglio al Politecnico di Milano dalla Fondazione EnergyLab in collaborazione con Enea.

Marco Ricotti, della Divisione Energia Nucleare del Politecnico di Milano, ha specificato i numeri in gioco: attualmente, in tutto il mondo, sono in fase di progettazione e costruzione 57 impianti nucleari, altri 130 sono pianificati e 250 proposti.

L'Italia non può restare esclusa da questo affare: «L'opzione nucleare ci consentirà di produrre energia elettrica a costi bassi e stabili», ha dichiarato il sottosegretario all'Energia Stefano Saglia, secondo cui non è in opposizione alle energie rinnovabili, anzi: «Una volta in produzione, permetterà di bilanciare gli incentivi a quelle fonti rinnovabili che non avranno ancora raggiunto le condizioni di equilibrio economico al di fuori del sistema di incentivi pubblici».

L'energia nucleare è più sicura delle altre, ha aggiunto il commissario Enea Giovanni Lelli, ricordando alcuni incidenti recenti: quello di Viareggio per il gas, il disastro del Golfo del Messico per il petrolio e le centinaia di persone morte nelle miniere di carbone. L'Enea, ha assicurato Lelli, metterà «a disposizione delle imprese operanti nel settore gli impianti e le competenze (alcuni dei quali unici in Italia e tra i pochi in Europa) per la qualificazione dei sistemi e dei componenti».



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su