Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (gennaio 2013)

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- World Energy Outlook 2012 (IEA)

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese






EnerBlog

News



MONDO - Industria/economia



03-09-2010

L’India investirà 100 miliardi di dollari per nuove centrali



L’India investirà 100 miliardi di dollari per nuove centrali

Il governo indiano investirà 100 miliardi di dollari (circa 77 miliardi di euro) in nuovi reattori nucleari nei prossimi 5-10 anni. La cifra, significativa anche per un Paese delle dimensioni dell'India, non è stata annunciata da fonti ufficiali: è la previsione formulata da Kamal Singh, presidente della società di prodotti tecnologici Rolta, in un'intervista al quotidiano Financial Express.

Secondo Singh, questi investimenti fanno parte di una strategia energetica a lungo termine del governo. La sua visione è confermata dall'approvazione, il 25 agosto, della nuova legge nucleare, interpretata come il via libera al boom nucleare indiano. Il provvedimento ha suscitato però aspre polemiche per la cifre, giudicate troppo basse da alcuni, che le società dovranno pagare in caso di incidente.

L'ambizione delle autorità è espressa da Srikumar Banerjee, direttore della Commissione per l'energia atomica, secondo cui la capacità nucleare dell'India salirà fino a 35.000 MW nel 2020. Come la Cina e altri Paesi in via di sviluppo, infatti, l'India punta in modo massiccio sul nucleare per affrontare la rapida crescita dei consumi. La cifra sarà comunque insufficiente: per Banerjee «l'energia nucleare soddisferà solo il 10% del fabbisogno elettrico indiano, che a quella data avrà raggiunto i 350.000-400.000 MW».

Secondo Singh, la Rolta è pronta a inserirsi in questo mercato: «Aspettiamo i bandi per iniziare. Siamo posizionati meglio di altri grazie alla nostra collaborazione con il gruppo Shaw, che ha già una vasta esperienza nella costruzione di centrali nucleari».



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:

(max 2000 caratteri)

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su