Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- World Energy Outlook 2014 (IEA)

- Come sarà il deposito di scorie italiano

- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese






EnerBlog

News



MONDO - Energia



11-01-2010

Il nuovo business è l’incremento della capacità dei reattori in attività



Il nuovo business è l’incremento della capacità dei reattori in attività

Sono sempre più le aziende americane che decidono di aumentare la capacità dei propri reattori nucleari già in funzione, per un mercato potenziale di 25 miliardi di dollari solo negli Stati Uniti. 

Lo ha affermato Jim Bernhard, presidente della società energetica Shaw: in occasione della presentazione dei risultati delle aziende del gruppo, Bernhard ha sottolineato che 37 dei 104 reattori americani hanno completato o stanno portando avanti processi per l'aumento della capacità. La Shaw ha partecipato a oltre metà di questi procedimenti, che in totale hanno aggiunto oltre 3000 Megawatt elettrici: più o meno l'equivalente di tre nuovi reattori.

La società Exelon, che con 17 reattori in 10 centrali è la prima azienda americana e la terza nel mondo, e rappresenta il 20% della capacità nucleare americana, aveva già aumentato di 1100 Megawatt elettrici la capacità complessiva dei propri reattori negli ultimi 10 anni. Nel giugno 2009 poi ha lanciato un programma di aumento di 1300-1500 Megawatt elettrici entro il 2017, con una spesa di 3,5 miliardi di dollari: un investimento minore e con meno rischi economici rispetto alla costruzione di nuovi reattori con una capacità equivalente. Il procedimento è in corso in 5 centrali, ed entro il 2010 inizierà in altri 9 reattori. Un'altra società, l'Entergy, progetta da parte sua di aumentare del 13% la capacità del reattore da 1297 Megawatt elettrici della centrale Grand Gulf, nel Mississippi, che diventerà così il più grande reattore singolo degli Stati Uniti.

Secondo la Nuclear Regulatory Commission (NRC), che deve approvare tutti i cambiamenti ingegneristici nelle centrali nucleari, saranno circa 40 i progetti di aumento della capacità nei prossimi tre anni, per un aumento totale di ulteriori 2075 Megawatt elettrici.



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su