Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- Europa: quali politiche energetiche?

- World Energy Outlook 2014 (IEA)

- Come sarà il deposito di scorie italiano

- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese






EnerBlog

News



MONDO - Ambiente e salute



26-11-2010

Senza nucleare sarà dura per l’Australia rispettare gli impegni sulle emissioni



Senza nucleare sarà dura per l’Australia rispettare gli impegni sulle emissioni

Per l'Australia sarà molto difficile raggiungere il proprio traguardo di riduzione delle emissioni di gas serra se non avvierà un programma nucleare e se la "scommessa" sulla cattura dell'anidride carbonica non darà i risultati sperati.

Lo ha dichiarato Nobuo Tanaka, direttore esecutivo dell'International Energy Agency, commentando un rapporto commissionato dal ministro australiano delle risorse e dell'energia Martin Ferguson.

Il rapporto esamina i costi delle diverse fonti di energia a basse emissioni di anidride carbonica. Il risultato è che la tecnologia degli impianti a carbone con la cattura dell'anidride carbonica sarebbe ancora più economica del nucleare, ma come ha riconosciuto lo stesso Ferguson serviranno ancora 10 anni per sapere se sarà una strada percorribile.

«Se le tecniche di cattura e stoccaggio dell'anidride carbonica non sono ancora pronte, e se non avete energia nucleare, le energie rinnovabili da sole saranno molto, molto costose, oltre che fragili in termini di produttività», ha spiegato Tanaka.

L'Australia si è prefissa di ridurre le emissioni di gas serra del 60% entro il 2050: a questo scopo il governo ha stanziato 2 miliardi di dollari (circa 1,5 miliardi di euro) in progetti su scala industriale di cattura dell'anidride carbonica, ma è rimasto fermo sulla preclusione al nucleare.

Un articolo pubblicato il 25 novembre sulla rivista Energy da un gruppo di scienziati australiani conferma però che il nucleare è la tecnologia più economica fra quelle grado di limitare a 2 gradi l'aumento della temperatura globale. Le tecnologie per la cattura dell'anidride carbonica sono potenzialmente efficaci ma solo se interverranno rapidamente grandi progressi tecnologici: lo ha affermato Barry Brook, coautore dello studio e direttore dell'Environment Institute della University of Adelaide.

Paolo Gangemi



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su