Subscribe RSS feed diminuisci grandezza del testo aumenta grandezza del testo




NuclearNews
NEWS
Esperto Risponde

Categorie




Interventi Recenti




Ultimi Documenti inseriti



- Centrali nucleari in servizio e in costruzione (aprile 2014)

- Le emissioni delle fonti di energia

- L'energia nucleare in Europa, 2010-2050

- Le previsioni per il sistema energetico europeo fino al 2050

- Le centrali non aumentano i rischi di leucemia: studio canadese

- Fukushima: quali danni alla salute della popolazione?

- Gestione delle scorie: il nuovo programma degli Stati Uniti

- Le previsioni al 2050 dell'Iaea

- World Energy Outlook 2012 (IEA)

- Il Rapporto 2011 dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea)

- Le previsioni della Exxonmobil per il sistema energetico fino al 2040

- Le previsioni della BP per il sistema energetico fino al 2030

- L'energia nucleare dopo Fukushima: documento del World Energy Council

- Centrali nucleari e leucemie: nessun legame



Video del mese






EnerBlog

News



MONDO - Industria/economia



23-12-2010

Consorzio unico per le prossime centrali svizzere



Consorzio unico per le prossime centrali svizzere

Le prossime centrali svizzere saranno costruite e gestite da un unico consorzio: lo hanno formato le tre società Alpiq, Axpo e Bkw, che in precedenza avevano presentato progetti indipendenti per tre diversi reattori.

Secondo le società, in questo modo si potranno accelerare le procedure politiche e burocratiche e mettere in comune le competenze, con un risparmio finale sui tempi e sui costi.

L'accordo è stato firmato il 23 dicembre dagli amministratori delegati (nella foto) delle tre società: Heinz Karrer (Axpo), Giovanni Leonardi (Alpiq) e Kurt Rohrbach (Bkw). Il progetto comune riguarda due nuove centrali, che dovranno sostituire sia la produzione di quelle esistenti quando terminerà la loro attività, sia le importazioni di energia dalla Francia. La scelta dei due siti e l'ordine in cui verranno costruiti gli impianti saranno decisi entro il 2012.

La partecipazione alle nuove centrali sarà al 59% dell'Axpo, al 25,5% dell'Alpiq e al 15,5% della Bkw: una ripartizione che rispecchia le quote attuali di produzione dell'energia nucleare svizzera.

I siti saranno scelti nella rosa delle tre località per cui nel 2008 le tre società avevano chiesto il permesso per la costruzione di nuovi reattori: Beznau (cantone Argovia) per l'Axpo, Mühleberg (cantone Berna) per la Bkw e Niederamt (cantone Soletta) per la Alpiq. Nel novembre 2010 tutti e tre i siti erano stati giudicati idonei dall'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (Ifsn).



Back to top Torna su


(Nessum commento.)



Lascia un commento:


Non incollare nella finestra del commento testo proveniente da altre applicazioni.
Non inserire codice HTML e/o link (URL). Il commento non può essere più lungo di 2000 caratteri.

Nome: *
E-mail:
(non verrà mostrato sul sito)
*
Commento: *

Inserisci il codice:

security image
 


Back to top Torna su