Anche il Belgio forse chiuderà le sue centrali nucleari

A quanto pare anche il Belgio avrebbe deciso di fare a meno dell’energia nucleare. Almeno così è stata presentata la notizia.

Ci sono però due precisazioni da fare: la prima è che la decisione era già stata presa nel 2003. La seconda è che il programma è subordinato a una condizione. E non è una condizione da poco: riuscire a sviluppare le altre fonti di energia abbastanza da non rischiare interruzioni del rifornimento elettrico, e in modo sufficientemente economico da non far impennare le bollette.

Anche il Belgio forse chiuderà le sue centrali nucleari

«Se sarà accertato che non rischieremo interruzioni di elettricità, e che i prezzi non saliranno alle stelle, allora siamo intenzionati ad attenerci alla legge del 2003», ha dichiarato un portavoce del Ministero dell’energia e del clima. Ma non sarà facile: con i suoi sette reattori in attività commerciale il Belgio soddisfa oggi oltre il 50% del proprio fabbisogno energetico.

La decisione è frutto di un accordo fra i sei partiti della coalizione che cercherà di formare il prossimo governo, il primo dopo quasi un anno e mezzo di stallo. Se le alternative energetiche si troveranno e saranno sufficienti, il Belgio chiuderà i primi tre reattori nel 2015, e gli ultimi due nel 2025.




Johan Albrecht, esperto di questioni energetiche e ambientali della società di ricerca Itinera, fa notare che secondo la Creg (Commissione regolatoria dell’elettricità e il gas) belga, per il 2015 le alternative non saranno pronte, «a meno che il Paese non ricada nella recessione, nel qual caso la domanda di elettricità da parte dell’industria diminuirebbe e si potrebbe ridurre la potenza installata totale. Ma se l’economia va bene questo sarà molto difficile».

Anche il Belgio forse chiuderà le sue centrali nucleari
Vota

Condividi

Correlati

Nuclear News

Nuclear News

Autore di Nuclear News. Appassionato di Internet e di divulgazione delle informazioni in rete, soprattutto quelle che riguardano l'ambiente in genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lasciandoci un commento accetti la nostra Privacy Policy.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!