Trovate oltre 350 crepe nel reattore nucleare Hunterston B

Più di 350 crepe sono state scoperte nel reattore nucleare di Hunterston B, oltre i limiti di sicurezza imposti dal governo. Un numero minore di crepe era già noto, ma la cifra è aumentata notevolmente dopo le recenti ispezioni nello stabilimento di North Ayrshire.

I proprietari dell’EDF Energy hanno chiuso il reattore dal tre marzo di quest’anno per un’indagine più dettagliata. La ditta aveva affermato che il reattore era al sicuro e speravano di riportarlo in servizio. Una loro portavoce ha affermato:

La sicurezza nucleare è la nostra priorità assoluta.

L’Office for Nuclear Regulation (ONR) del governo del Regno Unito afferma che 350 crepe sono il limite operativo. Un portavoce dell’ONR ha dichiarato:

Una valutazione conservativa dei risultati dell’ispezione mostra che il numero di crepe nel reattore, ha superato il limite operativo di 350 crepe. Tuttavia, va notato che il caso di sicurezza dimostra un margine significativo oltre questo limite garantendo un funzionamento sicuro.

Le fessure si trovano nei canali del nucleo di grafite del reattore dove le barre di controllo si inseriscono per sopprimere la reazione nucleare e chiudere l’impianto. Nel peggiore dei casi, se ci fosse un evento sismico, le fessure potrebbero distorcere il canale e impedire che le barre di controllo si incastrino. Attualmente, è previsto che continui a funzionare fino al 2023.




Reattore nucleare Hunterston B
Reattore nucleare Hunterston B

L’EDF ha segnalato fessure alle parti interessate a giugno, ma ha detto che il danno è stato significativamente minimizzato dal fatto che le lacune sono più ristrette rispetto al caso di sicurezza dell’ONR. L’azienda ha confermato che presenterà un caso di sicurezza all’ONR per riportare in funzione il reattore.

Rita Holmes, presidente del gruppo di stakeholder del sito di Hunterston, ha sfidato il fornitore di energia, dicendo che non credeva che il reattore dovesse essere riportato in funzione. Ha dichiarato che se la sicurezza fosse davvero la priorità numero uno per la EDF, allora il reattore rimarrebbe chiuso.

Dal momento che EDF sta cercando il permesso di riavviare un vecchio reattore, nonostante enormi sforzi e costi elevati, non è riuscito a sostenere il suo attuale piano di sicurezza.

Trovate oltre 350 crepe nel reattore nucleare Hunterston B
Vota

Condividi

Correlati

Nuclear News

Nuclear News

Autore di Nuclear News. Appassionato di Internet e di divulgazione delle informazioni in rete, soprattutto quelle che riguardano l'ambiente in genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lasciandoci un commento accetti la nostra Privacy Policy.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!